5 strategie per aiutare le persone in ansia
5 febbraio 2016
Come aiutare un bambino ad uscire dall’isolamento
12 febbraio 2016
Tutte le categorie

Strategia per affrontare la paura del futuro

Paura del futuro: loop domande risposte
Tempo di lettura: 3 minuti

Paura del futuro: loop domande risposteStarò male domani? Mi verrà l’ansia? Andrà bene l’esame? Riuscirò a fare una bella figura?

Queste e altre domande sorgono spesso nella mente di chi tende a preoccuparsi del futuro, alla ricerca di risposte certe che mai potrà dare, per il semplice fatto che il futuro è imprevedibile e cercare di rispondere, in questi casi, non fa altro che aumentare i dubbi piuttosto che risolverli.

Mi capita nella mia esperienza clinica, di trovarmi spesso di fronte a problematiche derivanti da questo tipo di pensiero e che nella maggior parte dei casi finiscono per trasformarsi in quello che è stato definito dalla terapia breve strategica come dubbio patologico.

Questo problema porta la persona a ragionare, provando a rispondere in “maniera logica” ad una domanda probabilistica alla quale è impossibile dare una risposta. In questi casi, la persona può anche essere consapevole del suo problema, ma non riesce ugualmente a fermare il circolo vizioso. Il non riuscire a trovare una risposta utile, a questo tipo di domande, ha come conseguenza un grande dispendio di energie (la persona si ritrova a trascorrere molte ore o anche diverse giornate a rimuginare e a pensare) e genera una fortissima ansia per ciò che potrebbe accadere e che non si è riusciti a prevedere.

Alcuni “casi”…

La paura della paura

Questo tipo di pensiero può essere presente ad esempio in chi soffre di attacchi di ansia o ha crisi di panico, dove appunto ci si può chiedere: “Starò male? Avrò un attacco? E se mi ritornasse?”. La mancanza di una risposta certa a queste domande, non fa altro che incrementare il livello di ansia, portando in molti casi a realizzare ciò di cui la persona aveva paura, ovvero l’attacco stesso. Intervenire in questo caso può servire a bloccare la preoccupazione di un’ansia anticpatoria.

Lettura di approfondimento:  Fobie e paure nel bambino: come si sviluppano e come trattarle

La paura per sé e per gli altri

Un pensiero di questo tipo può essere presente anche in chi ha il dubbio/ossessione che possa succedere qualcosa di brutto a se stesso o agli altri (parenti, amici, etc.). In questi casi la persona potrebbe domandarsi, “E se non faccio questa cosa e poi si fa male? E se ho fatto male a qualcuno? E se ho chiuso male il gas e poi succede qualcosa di grave?” e non trovando una risposta esaustiva, potrebbe iniziare a mettere in atto dei comportamenti/rituali, volti a creare una maggiore “sicurezza”, ma che alla fine comunque non cancellano il dubbio e l’ansia che continuano a permanere. Anche qui intervenire sul pensiero può contribuire a interrompere e bloccare il circolo vizioso e la messa in atto delle compulsioni.

La paura del giudizio

Ancora un altro esempio è dato da chi ha paura del giudizio o della possibile reazione degli altri di fronte ad un proprio comportamento. In questi casi ci si potrebbe chiedere “come reagiranno gli altri se faccio questo o quello? E se dico questa cosa? E se non la dico?”, alla ricerca del comportamento “perfetto”, che risulti accettato dal gruppo, finendo per non trovarlo e rischiando così di preferire l’isolamento. In questo caso può essere utile bloccare questa modalità disfunzionale di pensiero, guidando la persona all’azione.

Una strategia per spezzare il loop

Diceva Kant, non esistono risposte intelligenti a domande stupide. Per questo motivo, in tutti i casi descritti precedentemente, dove i non è possibile dare alcun tipo di risposta certa alle domande che si presentano nella nostra mente, si mostra sicuramente utile lo sforzo di bloccare le risposte che cerchiamo di dare per interrompere il loop (Attenzione: Bloccare le risposte che diamo noi, non le domande che arrivano da sole). In questo modo eviterete di entrare in quel labirinto di pensieri, dove ogni risposta, piuttosto che portarvi verso una via di uscita (intenzione iniziale della persona), non farà altro che condurvi sempre più nei meandri del labirinto dei dubbi, caricandovi di ansia.

Lettura di approfondimento:  14 strategie pratiche per superare la paura di parlare in pubblico quando si ha un PTSD

Approfondimenti

Strategia per affrontare la paura del futuro
4.8 (96.67%) 12 votes

Se ti è piaciuto questo post, aiutami a condividerlo sui Social Network!

Dott. Davide Algeri

Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach presso Psicologia Pratica: La psicologia del cambiamento concreto
Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach
Aiuto le persone a trovare semplici soluzioni pratiche a problemi complessi.

Articoli recenti di Dott. Davide Algeri (guarda tutto)


_____________________________________________________

© RIPRODUZIONE RISERVATA, COPYRIGHT www.davidealgeri.com. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Che emozione hai provato dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 0% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI

Commenta

Dott. Davide Algeri
Dott. Davide Algeri
Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach Aiuto le persone a trovare semplici soluzioni pratiche a problemi complessi.