mediazione familiare nella separazione
Mediazione familiare: quando richiederla e come si svolge
16 Giugno 2017
Dipendenza da lavoro work addiction
Dipendenza da lavoro: come fare quando il lavoro diventa un’ossessione?
27 Giugno 2017
Tutte le categorie

Disturbo Bipolare: scopri come riconoscerlo e come intervenire

disturbo bipolare
disturbo bipolare

Il disturbo bipolare: scopri come riconoscerlo e come intervenire

Il disturbo bipolare: cosa è e cosa fare

Il disturbo bipolare, noto anche come disturbo maniaco-depressivo, è un disturbo psichiatrico che provoca insoliti cambiamenti dell’umore, della capacità di svolgere i compiti della vita quotidiana, dell’energia e dei livelli di attività.

Il nome bipolare nasce proprio dalla polarità dell’umore, ora depresso, ora euforico. Nonostante il disturbo può manifestarsi a qualunque età, è più comune che il suo esordio avvenga intorno ai 20 anni. Negli uomini il primo episodio è spesso maniacale, nelle donne è più comune che si abbia un episodio depressivo maggiore. (Approfondisci l’argomento sulla depressione)

Le diverse sfumature del disturbo bipolare

L’aspetto particolarmente disturbante per la persona e per chi vive con lei interessa il cambiamento del tono dell’umore, che da uno stato euforico e di eccitazione (noto come episodio maniacale) passa a uno stato triste e depressivo (episodio depressivo). Gli episodi meno gravi sono solitamente conosciuti come episodi ipomaniacali. Tra i disturbi bipolari ne conosciamo principalmente due:

  • Disturbo Bipolare I: definito da episodi maniacali che durano almeno 7 giorni, o da sintomi maniacali così gravi che la persona ha bisogno di cure ospedaliere immediate. Si verificano pure gli episodi depressivi, e tipicamente sono della durata di almeno 2 settimane.
  • Disturbo Bipolare II: definito da un modello di episodi depressivi ed episodi ipomanicali, ma non dagli episodi maniacali come nella forma precedente.

Inoltre rientra nella categoria dei Disturbi Bipolari anche il Disturbo Ciclotimico definito da numerosi periodi in cui si osservano sintomi ipomaniacali numerosi e sintomi depressivi della durata di almeno 2 anni.

Manifestazioni dei sintomi maniacali e depressivi

Le persone con disturbo Bipolare vivono esperienze di intense emozioni, cambiamenti significativi dei ritmi sonno-veglia e livelli di attività tali da portarli a compiere comportamenti insoliti e in certi casi rischiosi. Non è da confondere con il normale cambiamento dello stato d’animo che possiamo avere e vivere durante la giornata, perché gli episodi maniacali sono molto più gravi.

Durante l’episodio maniacale, nella persona si possono osservare alcuni dei seguenti sintomi:

  • Euforica
  • Avere un sacco di energia
  • Aumentati livelli di attività
  • Aver difficoltà a prendere sonno
  • Distrarsi facilmente
  • Assumersi molti compiti e portare avanti dei progetti che rimarranno incompiuti
  • Parlare velocemente e di argomenti diversi spesso senza seguire quello che dice l’interlocutore
  • Essere agitata, irritabile o permalosa
  • Avere un pensiero accelerato (si osserva nella velocità verbale)
  • Avere bisogno di fare tante cose nello stesso momento con difficoltà a rilassarsi
  • Non avere la sensazione di essere stanchi
  • Autostima elevata
  • Distacco dalla realtà
  • Mettere in atto comportamenti rischiosi come spendere soldi, usare sostanze, gettarsi in attività pericolose, aumento dell’attività sessuale

Durante l’episodio depressivo, la persona può riferire di:

  • Non avere energia
  • Avere diminuiti livelli di attività
  • Piangere senza un’apparente ragione
  • Vivere sentimenti di colpa o di inutilità
  • Essere incapace a prendere delle decisioni
  • Essere sempre stanco
  • Aver perso l’ interesse per le attività che prima svolgeva
  • Avere difficoltà a dormire o al contrario dormire per la maggior parte del tempo
  • Sentire la propria vita vuota
  • Avere difficoltà a concentrarsi
  • Avere difficoltà a memorizzare e ricordare le cose
  • Mangiare troppo o troppo poco
  • Avere pensieri di morte

Questi comportamenti elencati si verificano in assenza dell’assunzione di una sostanza e tutti interferiscono in modo minore o maggiore con lo svolgimento delle attività di vita quotidiana.

A volte un episodio di alterazione dell’umore include sintomi di entrambi i sintomi maniacali e depressivi. Questo è chiamato episodio con caratteristiche miste. Chi soffre di un episodio con caratteristiche miste può sentirsi molto triste, vuoto, o senza speranza, e allo stesso tempo sentirsi estremamente eccitato.

Differenze tra Disturbo Bipolare I e disturbo Bipolare II

Depressione e maniacalità nel disturbo bipolare

Il duplice aspetto depressivo e maniacale del disturbo bipolare

Il disturbo Bipolare II ha delle manifestazioni meno evidenti rispetto al disturbo Bipolare I e questo ne rende più difficile la diagnosi. Ad esempio alcune persone con episodi ipomaniacali possono anche essere socialmente ben visti: sono molto produttivi al lavoro e funzionano bene nelle relazioni. Solitamente la persona interessata non riesce a riconoscere il problema e sono i familiari i primi a chiedere aiuto a uno psicologo e/o psichiatra che valuta se il comportamento è alterato da un problema organico oppure mentale.

La persona che riconosce il problema ha una tendenza a chiedere aiuto durante l’episodio depressivo piuttosto che maniacale a causa proprio dello stato euforico e manie di onnipotenza che questa fase comporta.

L’aspetto dell’onnipotenza potrebbe essere uno dei sintomi più gravi, in quanto porta l’individuo a compiere degli atti pericolosi. Non è insolito che i soggetti bipolari presentino anche altri disturbi, come per esempio dipendenza da sostanze o da gioco d’azzardo; spendono grosse somme di denaro nell’acquisto di oggetti o indumenti, bevono e fumano più del solito. Questi soggetti nelle fasi più acute negano il loro bisogno di dormire (che spesso sopprimono con l’uso di sostanze eccitanti) e di mangiare. È alto il rischio suicidio.

Distinguere il disturbo Bipolare da altre malattie

Alcuni sintomi del disturbo bipolare sono simili ad altre malattie che possono rendere difficile allo psichiatra una giusta diagnosi. Inoltre soggetti con disturbo Bipolare possono presentare anche altri disturbi come ansia, abuso di sostanze e disturbi alimentari. Queste persone sono a rischio maggiore di malattie della tiroide, emicrania, malattie cardiache, diabete, obesità e altre malattie fisiche.

A volte una persona con gravi episodi maniacali o depressivi presenta uno stato simil psicotico come deliri e/o allucinazioni (scopi le cause della psicosi nell’infanzia). Esempi per lo stato maniacale sono il credere di essere famoso, credere di avere poteri speciali o di immortalità; per la depressione sono il credere di non avere