Binge Eating: disturbo da alimentazione incontrollata
13 gennaio 2014
Training autogeno per i bambini
20 gennaio 2014
Tutte le categorie

Come superare il trauma

superare-il-trauma

Più a fondo vi scava il dolore, più gioia potete contenere.

Kahlil GibranIl profeta, 1923

superare il traumaTrauma deriva da un verbo greco che significa ferire, ledere, danneggiare e fa riferimento esplicito ad una ferita, visibile agli occhi o meno. Un trauma è qualcosa di subito, è un taglio, una cesura tra un prima e un dopo. Il trauma non necessariamente è qualcosa di cruento,  può essere ad esempio un licenziamento inaspettato che provoca sensazioni di impotenza, rabbia e tristezza.

Le persone vittime di un trauma vivono per definizione un’esperienza improvvisa sconvolgente non solo nell’immediato, ma anche nei suoi effetti nel tempo.

Le reazioni al trauma

Spesso si sente parlare di disturbo post-traumatico da stress per descrivere l’esperienza diretta di un trauma o l’aver assistito ad un evento estremo, ma non è l’evento di per sé che risulta traumatico ma come la persona vive questo terribile episodio.

Ogni persona reagisce diversamente ad un trauma. C’è chi diventa irritabile, chi ha scatti di collera, chi ha difficoltà a concentrarsi perché invaso da ricordi intrusivi e pervasivi.

Allora si tenta di cercare di evitare di pensare al trauma, riempendosi la giornata di cose da fare, evitando luoghi e persone associate al trauma, ma questo non fa che aumentare l’attivazione emotiva.

Non si può soffocare il dolore di un trauma, così come non ci sono linee giuda  che dicano quanto tempo ci vuole e cosa fare esattamente per superarlo. E’ possibile però dire che è fondamentale riconnettersi con la propria vita e se c’è stato dolore non può che essere un percorso tortuoso, per cui potrebbero esserci anche momenti in cui ci si sente bloccati o si ha la sensazione di tornare indietro.

Bisogna partire dalle reazioni psicologiche che si utilizzano per gestirlo per poter davvero superare le conseguenze del trauma.

Spesso si innescano meccanismi che non permettono di distinguere tra un pericolo reale e un semplice stimolo che potrebbe essere anche solo percepito come un indizio di un pericolo, ma che non lo è ancora. Ad esempio alcune persone vivono come pericoloso il solo fatto di parlare del trauma o di episodi affini.

L’evitamento aumenta la paura, per cui si potrebbe arrivare all’estraniamento da alcune situazioni, o chiedere rassicurazioni eccessive o preoccuparsi che i propri cari non si trovino in situazioni simili.

Come superare il trauma

Costringersi a non pensarci ci porta a pensare ancora di più a quanto successo

Per superare il trauma è importante raccontare. Il racconto non necessariamente deve essere verbale, può seguire anche altri canali, magari attraverso delle espressioni artistiche. Troppo spesso le persone vengono invogliate a dimenticare con frasi del tipo: “E’ meglio dimenticare tutto quanto”. Ma questo non crea oblio, ma solo sotterramento di qualcosa che prima o poi emergerà nuovamente e forse più forte di prima. Superare il trauma significa ascoltarsi emotivamente, chiedere aiuto e fidarsi di una persona fidata. Riprendere in mano la propria vita non è semplice, bisogna passare necessariamente dal dolore per superarlo.

Il passato non si può cambiare, ma è possibile fare in modo che il passato non continui ad irrompere nel presente impedendo alla persona di costruirsi un proprio futuro.

Approfondimenti

Cagnoni F., Milanese R., Cambiare il passato. Superare le esperienze traumatiche con la terapia strategica, Ponte alle grazie

Dr.ssa Monica Salvadore

Dr.ssa Monica Salvadore

Psicologa del lavoro e Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale
Specialista in Risorse umane
Collabora con enti di formazione e società di consulenza aziendale, occupandosi di formazione, orientamento professionale e outplacement.
Dr.ssa Monica Salvadore

_____________________________________________________

© RIPRODUZIONE RISERVATA, COPYRIGHT www.davidealgeri.com. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Che emozione hai provato dopo aver letto questo articolo?

33.33% 0% 33.33% 33.33% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI

Commenta

Dr.ssa Monica Salvadore
Dr.ssa Monica Salvadore
Psicologa del lavoro e Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale Specialista in Risorse umane Collabora con enti di formazione e società di consulenza aziendale, occupandosi di formazione, orientamento professionale e outplacement.