Perché una coppia va in crisi?
23 giugno 2014
Disgrafia: facciamo chiarezza sui Disturbi dell’apprendimento
30 giugno 2014
Tutte le ctegorie

I videogiochi sono davvero dannosi per la salute dei bambini?

videogiochi e bambini
Tempo di lettura: 2 minuti

videogiochi e bambiniGiochi e videogiochi

Il gioco è un’esperienza vitale per il bambino. Sin dai primi anni di vita, il gioco consente lo sviluppo delle capacità relazionali, delle abilità cognitive e del crescente interesse per il mondo esterno del bambino.

Tutte queste abilità si sviluppano man mano che la stessa modalità di gioco del bambino diventa più complessa, passando dai giochi senso motori, o giochi-esercizio secondo Piaget, che rappresentano una continua forma di apprendimento e di perfezionamento di movimenti, schemi motori, conoscenze e potenzialità, al gioco simbolico o “gioco del far finta.

Il gioco simbolico, evolvendosi, comprende anche i giochi di ruolo e i giochi con regole, che contribuiscono a perfezionare le abilità sociali, il senso del sé e le norme di condotta.

Pro e contro dell’uso dei videogiochi

Relativamente all’utilizzo dei videogiochi da parte dei bambini ci sono posizioni contraddittorie. I sostenitori dei videogiochi pongono l’accento sulle possibilità di sviluppo delle capacità percettive e senso-motorie: stimolerebbero i processi mentali, la capacità di calcolo e di formulazione di strategie, la fiducia in sé stessi e nelle proprie capacità, la coordinazione oculo-motoria.

Coloro che si oppongono, sottolineano i rischi legati all’eccessivo o scorretto utilizzo da parte dei bambini, che vanno dall’estraniamento dalla realtà alla mancanza di empatia, dalla sedentarietà al sovrappeso, dall’eccessivo senso di potere e controllo fino ai disturbi della vista. Inoltre, non sono da trascurare i contenuti violenti di alcuni videogiochi, che possono avere un forte impatto sul comportamento dei bambini, attivando soprattutto aggressività.

Quando si passa troppo tempo videogiocando, il rischio principale è che il bambino diventi sempre più dipendente. Infatti, durante il gioco con i videogame aumenta la produzione di dopamina, neurotrasmettitore che, oltre ad essere coinvolto nell’apprendimento e nel consolidamento mnemonico delle nuove informazioni, è correlato anche con il potenziamento del comportamento aggressivo, legato al piacere ed alla ricerca di nuove ed intense emozioni. Questo fattore sembra essere collegato con il Tech Abuse, comportamento patologico caratterizzato dall’utilizzo eccessivo delle nuove tecnologie e dalla difficoltà, o incapacità, a relazionarsi al di fuori del mondo virtuale.

Lettura di approfondimento:  Le libere associazioni nel lavoro di gruppo

Come prevenire i rischi connessi con l’uso dei videogiochi?

È importante tenere presente alcune regole che possono essere utili per utilizzare correttamente i videogiochi.

Una di queste è relativa al tempo impiegato per videogiocare: è necessario che i genitori supervisionino il tempo trascorso giocando, cercando di portare i piccoli a non trasformare l’uso dei videogiochi in una pratica quotidiana e stabile, piuttosto un’attività mai superiore ad un’ora circa.

Un’altra regola riguarda l’utilizzo dei videogiochi con amici o fratelli, in modo da rendere il gioco uno strumento di socializzazione piuttosto che di isolamento. Inoltre, molto importante è la prevenzione e, in questo caso, i genitori devono sempre interessarsi ai contenuti dei videogiochi acquistati, evitando sfide violente o eccessivamente competitive.

Approfondimenti

I videogiochi sono davvero dannosi per la salute dei bambini?
Dai un voto a questo articolo

Se ti è piaciuto questo post, aiutami a condividerlo sui Social Network!


_____________________________________________________

© Copyright, www.davidealgeri.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

0% 100% 0% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per ricevere future notifiche di nuovi corsi o contenuti da leggere. 🙂
Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *