I bisogni di intimità e autonomia della coppia
31 Gennaio 2012
Come fare quando un amico ci chiede un prestito?
4 Febbraio 2012
Tutte le categorie

L’età incerta: continuità e cambiamenti nell’adolescenza

Tempo di lettura: 2 minuti

adolescentiIl periodo adolescenziale viene spesso definito come una fase di particolari turbolenze in cui si assiste a trasformazioni sia a livello fisico-corporeo sia nella sfera cognitiva e affettiva.

Verso i dieci anni è il corpo con i suoi cambiamenti ad annunciare una nuova fase evolutiva di crescita e di metamorfosi, caratterizzata da  incertezze e inquietudini, in cui è richiesta una progressiva revisione dell’immagine corporea. (Confalonieri, Grazzani, Gavazzi, 2002)

La bambina si accorge che si stanno arrotondando le forme, con uno sviluppo degli organi genitali esterni e  un aumento in peso e altezza prima del menarca, che avviene in media verso i dodici anni e mezzo.

Nel bambino il primo segnale evidente è la voce, che acquista un nuovo timbro, inoltre avviene uno sviluppo progressivo degli organi genitali e la comparsa dei peli pubici fino ad arrivare alla prima eiaculazione.

A tale proposito Pietropolli Charmet (2000) definisce questo compito di sviluppo “mentalizzazione del corpo”, sottolineando l’ambivalenza dei vissuti connessi con i cambiamenti corporei. Ciò implica che si superi la disarmonia tra mente e corpo fino a raggiungere una buona integrazione e costruire una rappresentazione mentale che l’adolescente riesca a comprendere ed accettare.

Dopo i quattordici, quindici anni aumenta il bisogno di libertà e autonomia con molte perplessità da parte dei genitori che si trovano improvvisamente a confrontarsi con esigenze del tutto nuove: le uscite serali, l’acquisto del motorino, le prime vacanze da soli. Il desiderio di emancipazione costituisce una spinta vitale che assume un profondo significato esistenziale. L’adolescente sa di essere di fronte a una tappa importante della sua vita e la posta in gioco è alta: si tratta infatti della definizione di sé, della possibilità di plasmare la propria identità verso la vita adulta.

Lettura di approfondimento:  L’importanza delle storie familiari

Il contesto familiare appare sempre più limitato e claustrofobico. I riti, le consuetudini familiari appaiono meno tollerabili e danno un senso di soffocamento tanto che i ragazzi tentano di prendere le distanze gradualmente sia nello spazio psichico che in quello fisico.

Come sostiene la psicoanalista Dolto, un ragazzo non è veramente cresciuto finché non è in grado di fare qualche cosa che i suoi genitori non approverebbero. L’importante è che trasgredisca non solo per il gusto della sfida, ma perché sente di essere nel giusto. Ciò non toglie che i genitori debbano fare la loro parte svolgendo il loro ruolo con autorevolezza: se una norma è stata violata sono previste le dovute sanzioni. Il ragazzo così impara che può andare e tornare, sbagliare e correggersi.

Se i genitori non sono in grado di sostenere con un adeguato appoggio emotivo questa esigenza fondamentale dello sviluppo, ma tendono a soffocarla con atteggiamenti ansiosi e iperprotettivi, esercitano anche senza volerlo una funzione d’inibizione del rapporto del figlio sul mondo esterno. In altri casi invece, il tentativo di allontanarsi dalla famiglia significa che essa non è una base abbastanza sicura per poter prendere il volo con la certezza che resti un punto fermo nella vita del ragazzo e che potrà farvi ritorno.

Se da un lato l’adolescente avverte una spinta all’emancipazione, dall’altra parte chiede ancora di essere dentro la famiglia; infatti è proprio la sicurezza di poter sempre ritornare che gli consente di allontanarsi con maggiore serenità per intraprendere un processo di “separazione psicologica” rispetto all’ambiente familiare e di ridefinizione più autonoma della sua personalità (Tonolo, 1999).

Lettura di approfondimento:  La pubblicizzazione dell’intimimità nell’adolescente

Bibliografia

  • Confalonieri E., Grazzani, Gavazzi I. (2002). Adolescenza e compiti di sviluppo, Unicopli.
  • Pietropolli Charmet G. (2000). I nuovi adolescenti. Padri e madri di fronte a una sfida, Raffaello Cortina, Milano.
  • Tonolo G. (1999). Adolescenza e identità, Il Mulino, Bologna.
  • Vegetti Finzi S., Battistin A. M. (2000). L’età incerta. I nuovo adolescenti, Mondadori.
Commenta su Facebook
Valuta questo articolo

_____________________________________________________

© RIPRODUZIONE RISERVATA, COPYRIGHT www.davidealgeri.com. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Che emozione hai provato dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 100% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo GDPR.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI

SOFFRI DI ATTACCHI DI PANICO? SCOPRI COME SUPERARLI CON DON'T PANIC

Don't Panic: Come Uscire dalla Prigione di Paura è l'ebook che ho con la Dott.ssa Annarita Scarola per aiutarti a superare gli attacchi di panico.

Scarica il nostro ebook gratuito per scoprire tutti i rimedi contro gli attacchi di panico per uscirne finalmente una volta per tutte.

You have Successfully Subscribed!