Ricerca in psicoterapia
Ricerca in psicoterapia: quando un trattamento si definisce efficace
5 agosto 2010
Bisogni di Maslow
I bisogni di Maslow
5 agosto 2010
Tutte le categorie

Bullismo psicologico…al femminile

bullismo femminile
Tempo di lettura: 2 minuti

bullismo femminileQuando il bullismo è donna: bullismo femminile e psicologico

Caratteristiche del bullismo femminile: la “bulla” e la vittima

Il bullismo femminile, detto anche bullismo psicologico, è un fenomeno poco cono­sciuto, in quanto agisce in maniera subdola, facendo le­va sulla parte strettamen­te psicologica della vitti­ma. Per tali motivi, da un lato sia per i genitori che per gli insegnanti, è diffici­lissimo riuscire ad individuar­lo e dall’altro per la vittima è difficilissimo poter dimostrare ciò che accade.

L’intento primario della “bulla” è quello di inci­dere enormemente sull’autostima e sul­le capacità relazionali. La “bulla”, è un’adolescente che non accetta le regole e cerca di “schiacciare” chi è diversa da lei, tipicamente attraverso determinati comportamenti quali prepotenze, calunnie, persecuzioni con l’obiettivo preciso di isolare la vittima dal gruppo dei pari e dal gruppo classe, offese rivolte all’aspetto fisico, al carattere, all’abbigliamento, con il chiaro intento di ridicolizzare la vittima, ponendola in una posizione di inferiorità.

La vittima viene scelta con cura e attenzione, tramite un’ag­gressività molto sottile, la bulla studia e riconosce la vitti­ma dalla personalità fragile, timida, con disagi fisici o sociali ben visibili, o ancora una persona molto bella ed appariscente incapace di reagire (leggi questo articolo dove viene riportata l’esperienza di una ragazza vittima di bullismo psicologico).

Motivazioni che spingono al bullismo femminile

L’obiettivo primario, non è la violenza fisica, ma la distruzione dell’immagi­ne della vittima sia interiore che esteriore.

Con il passare del tempo la vittima finisce per au­to escludersi datutte le relazioni sociali, sviluppando la possibilità del presentarsi di con­seguenti psicosomatiz­zazioni o nei casi più gra­vi esordi di disturbi alimentari quali l’Anoressia, Bulimia, Binge Eating, Vomiting, Ortoressia o ancora sindromi depres­sive o ansia. In altri casi, alcune arrivano a lasciare la scuola.
Inesistente o quasi assente è di solito ladifesa da parte del grup­po di pari che tendono a non manifestare le loro opi­nioni ed eventuali difese verso la vittima. questo atteggiamen­to infatti crea le condizio­ni perché la vittima non possa dimostrare nulla di ciò che è accaduto.

Lettura di approfondimento:  Bullismo e cyberbullismo a scuola: intervenire in modo efficace

Come difendersi dal bullismo femminile?

Esistono dei modi per difendersi, ma in primis è necessario per la vittima parlarne subito con gli adulti, fin dalle prime manifestazioni di prepotenza, iniziando così a segnalare la cosa, prima che le cose si aggravino e si corra il rischio di peggiorare la propria condizione (scopri alcuni modi per intervenire sul bullismo al femminile).

Bullismo psicologico…al femminile
2.9 (57.14%) 7 votes

Dott. Davide Algeri

Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach at Psicologia Pratica: La psicologia del cambiamento concreto
Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach
Aiuto le persone a trovare semplici soluzioni pratiche a problemi complessi.

_____________________________________________________

© RIPRODUZIONE RISERVATA, COPYRIGHT www.davidealgeri.com. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Che emozione hai provato dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 100% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI

Lettura di approfondimento:  Il ruolo della psicologia nei casi di infertilità

Commenta

Dott. Davide Algeri
Dott. Davide Algeri
Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach Aiuto le persone a trovare semplici soluzioni pratiche a problemi complessi.