ascolto-attivo
Sai ascoltare in modo attivo?
31 ottobre 2014
Come aiutare un bambino esplosivo
5 novembre 2014
Tutte le ctegorie

Come ridurre l’autostima (Psicologia Paradossale)

Tempo di lettura: 2 minuti

ridurre l'autostimaL’autostima si costruisce e si solidifica sulla base dell’esperienza, per questo motivo se si vuole incrementarla è fondamentale affrontare qualsiasi tipo di esperienza che potenzialmente possa darci una gratificazione/premio e quindi un rinforzo a ripeterla.

A volte però è più facile comportarsi per ridurla, piuttosto che per aumentarla.

Di seguito 5 azioni pratiche che, se ripetute nel tempo e in modo costante, vi aiuteranno a ridurre l’autostima sensibilmente.

Ridurre l’autostima in 5 mosse

  1. Evitate di assumervi le responsabilità e piccoli rischi quotidiani, non mettendovi in gioco a lavoro, nelle esperienze delle vita, lasciando che siano sempre gli altri a fare al posto vostro.
  2. Cercate di evitare le situazioni nelle quali vi sentite incapaci, rimanendo nell’ombra. Per rendere il lavoro più facile, è utile pensare che in questo modo non si andrà incontro a fallimenti e sconfitte. Basta evitare situazioni “semplici”, come chiedere un’indicazione o un favore a qualcuno, parlare con un estraneo, svolgere un compito banale.
  3. In ogni situazione che affrontate, ripetetevi in modo costante frasi auto svalutanti, del tipo: “Non ce la posso fare”, “Non sono in grado”, “Non sono all’altezza”, “Sono inadeguato in tutto quello che faccio”.
  4. Concentratevi quanto più potete sui vostri errori e sugli aspetti negativi di ciò che fate. Sforzatevi di pensare a questi più volte al giorno e imparerete a sviluppare un pensiero negativo, tipico di chi ha una bassissima autostima.
  5. Quando parlate con qualcuno, sforzatevi di essere chi non siete o meglio cercate di essere ciò che gli altri si aspettano da voi, evitando assolutamente di parlare di voi e delle vostre passioni.
Lettura di approfondimento:  E-book 'SEO & Psicologia'

Nel momento in cui vi troverete a disagio e vi sentirete inadeguati nelle più svariate situazioni, da soli e con gli altri, molto probabilmente sarete riusciti nel vostro intento di ridurre l’autostima.

INFOGRAFICA: GUIDA PRATICA PER RIDURRE L’AUTOSTIMA

Clicca sull’immagine per visualizzarla

anteprima-infografica-come-ridurre-autostima

Davide Algeri – Psicologo Psicoterapeuta a Milano

Riproduzione Riservata ©

Come ridurre l’autostima (Psicologia Paradossale)
Dai un voto a questo articolo

Se ti è piaciuto questo post, aiutami a condividerlo sui Social Network!

Dott. Davide Algeri

Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach presso Psicologia Pratica: La psicologia del cambiamento concreto
Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach
Aiuto le persone a trovare semplici soluzioni pratiche a problemi complessi.

_____________________________________________________

© Copyright, www.davidealgeri.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 0% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per ricevere future notifiche di nuovi corsi o contenuti da leggere. 🙂
Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *