Dipendenza da lavoro work addiction
Dipendenza da lavoro: come fare quando il lavoro diventa un’ossessione?
27 giugno 2017
parasonnie
Parasonnie: comportamenti violenti durante in sonno
24 luglio 2017
Tutte le categorie

Psicologia e astrologia: insieme possono aiutare a definire la personalità?

psicologia e astrologia

Psicologia, astrologia e caratteristiche di personalità

Tempo di lettura: 9 minuti
psicologia e astrologia

Psicologia, astrologia e caratteristiche di personalità

Psicologia e astrologia….. hanno qualcosa in comune? l’Astrologia può essere utilizzata come un indicatore delle caratteristiche degli individui in base ai segni zodiacali?

A chi non è mai capitato di leggere un giornale, una rivista e, anche se non credenti, andare a guardare l’ultima pagina per vedere cosa dice l’oroscopo quotidiano? Chi, non è mai andato a curiosare, almeno per una volta, le caratteristiche del proprio segno e la compatibilità, affinità con altri segni zodiacali?

Sicuramente, tutti, almeno una volta, o per credenza o per semplice curiosità, siamo andati a sbirciare, leggere, le caratteristiche del nostro segno, e vedere se l’oroscopo per noi prevedeva una giornata positiva o meno.

E scommetto anche che tutti, credenti e non, a fine dicembre, andate a dare un’occhiata, anche solo generale, cosa il nuovo anno in arrivo prevede per il vostro segno zodiacale.

Psicologia e astrologia: gli studi sulla personalità

Anche se potrebbe apparire strano, all’Università di Cincinnati, l’astrologia è una materia fondamentale presente nelle classi prime degli iscritti alla facoltà di psicologia.

L’astrologia viene usata come strumento chiave dello studio iniziale della psicologia, viene utilizzata per mostrare come sviluppare e verificare ipotesi sugli studi della personalità.

Negli Stati Uniti la psicologia ha un intero campo dedicato agli oroscopi.

Ciò potrebbe apparire sorprendente per alcuni, ma in realtà c’è un’intera sottosezione della psicologia dedicata agli oroscopi, ai movimenti planetari e al modo in cui questi incidono sui comportamenti del genere umano.

Psicologia Umanistica e Transpersonale: da dove nasce il legame tra psicologia e astrologia

Questa area rientra nella cosiddetta “Psicologia Umanistica”: essa nasce come alternativa ai due orientamenti principali: il comportamentismo e la psicoanalisi. La Psicologia Umanistica contempla una prospettiva amplia e olistica, vale a dire, si caratterizza per il fatto di considerare la persona nel suo insieme, in maniera globale, dando ad ogni aspetto la stessa rilevanza. I pensieri, il corpo, le emozioni e l’ambito spirituale si relazionano tra loro e si influenzano a vicenda. Sono la via principale affinché l’individuo trovi se stesso. Cerca di dare una risposta diversa ai problemi dell’essere umano, offrendo un punto di vista diverso, in termini di salute più che di malattia.

Oltre a ciò, esiste un’altra area all’interno delle scienze del comportamento umano nota come Psicologia Traspersonale (TP).

La Psicologia Transpersonale, indica quell’approccio psicologico che si occupa dello studio e della cultura della spiritualita’ e delle esperienze spirituali in un contesto psicologico.

Approccio che iniziò ad affermarsi nel campo della psicologia intorno agli anni sessanta, a partire dall’opera di A. Maslow, psicologo statunitense.

In poche parole, la Psicologia Traspersonale (TP) integra gli aspetti spirituali e trascendenti dell’esperienza umana nell’ambito della psicologia corrente. L’astrologia è una parte molto grande della Psicologia Transpersonale.

Ci sono stati alcuni studi piuttosto significativi che collegano psicologia e astrologia.

Nel 1936 Dane Rudhyar ha pubblicato un libro intitolato “L’astrologia della personalità” che ha rivelato che “l’astrologia non è lì per prevedere eventi futuri, ma piuttosto per contribuire ad ordinare le nostre vite”.

La collisione tra l’antica comprensione dell’astrologia e la moderna applicazione della psicologia trasforma completamente il suo significato.

Gli studi di psicologia e astrologia di Jung

jung psicologia e astrologia

Gli studi di psicologia e astrologia di Jung

Alcuni studi hanno dimostrato, inoltre, che alcune delle teorie di Carl Jung erano basate sull’astrologia.

Come già noto, Jung è ampiamente considerato uno dei padri fondatori della moderna psicologia analitica.

A 36 anni Jung a proposito di psicologia e astrologia scriveva a Freud: “Di sera sono molto impegnato con l’astrologia. Sto facendo dei calcoli di oroscopi per rintracciarvi un certo grado di verità psicologica. Fino ad ora ci sono alcune cose strane che a Lei sicuramente devono sembrare incredibili

In una lettera a un astrologo indiano, il professor Raman, Jung scrisse: «Nei casi di diagnosi psicologiche difficili di solito faccio fare l’oroscopo per acquisire un ulteriore punto di vista da una visuale completamente diversa. Debbo dire che molto spesso ho trovato che i dati astrologici spiegavano certi punti che altrimenti sarei stato incapace di capire… Da tali esperienze ho dedotto che l’astrologia è di particolare interesse per lo psicologo. Si basa su un fatto dell’esperienza psichica che chiamiamo “proiezioni”, cioè sono per così dire contenuti psichici che troviamo nelle costellazioni degli astri. Originariamente nacque così l’idea che questi contenuti venivano dagli astri, mentre sono semplicemente in un rapporto sincronistico …».

Dunque non erano gli astri a proiettarsi sulla psiche, ma fatti psichici e astrologici erano paralleli, sincronici.

E, in un’altra lettera, sempre sottolineando il connubio tra psicologia e astrologia,  dice: «Ho osservato molti casi in cui una ben definita fase psicologica, o evento analogo, era accompagnata da un transito (in particolare quando erano coinvolti Saturno e Urano)».

Dunque Jung si serve anche dell’astrologia per le diagnosi e ne parla in 23 lettere che spiegano proprio del legame tra psicologia e astrologia, trattandola poi ampiamente nel suo libro sulla sincronicità.

In particolare studierà le sinastrie cioè le relazioni astrologiche di coppia, proprio in relazione al principio di sincronicità. Per verificare le ipotesi di questo studio, si avvalse dell’aiuto del suo amico viennese Wokfgang Erst Pauli, che fu premio Nobel per la fisica quantistica.

Sempre a proposito di psicologia e astrologia, Jung scrive: “L’astrologia non è semplicemente una superstizione ma contiene certi dati di fatto psicologici”.

I tipi psicologici e il collegamento con l’astrologia

I quattro tipi psicologici di Jung hanno, effettivamente, le loro radici nei quattro elementi unici che dividono il calendario astrologico in quattro: Terra, Fuoco, Acqua e Aria. Ognuno di questi elementi distinti corrispondono perfettamente alle caratteristiche di personalità teorizzate di Jung, influenzando i nostri comportamenti quotidiani. Quindi, con i 4 tipi psicologici Jung si connette ai 4 elementi zodiacali. Sostiene che ci siano quattro tipi di personalità psicologica che ha chiamato pensiero, sentimento, sensazione e intuizione: il pensiero all’Aria, il sentimento all’Acqua, l’intuizione corrisponde al Fuoco, la sensazione alla Terra.

Questi quattro tipi di personalità hanno continuato ad influenzare ciò che oggi è il test di personalità più utilizzato e rispettato – il Myers-Brigg Type Indicator (MBTI). Questo test prende il lavoro di Jung sulle personalità e fornisce un’analisi e una spiegazione tuttora applicabili.

Cosa porta a credere nei profili caratteriali dei segni zodiacali?

oroscopo e profili caratteriali

Oroscopo e profili caratteriali

Chi non è attratto dalla pagina dell’oroscopo, anche se si è consapevoli che non esiste una reale verità? Si vuole sapere cosa le stelle prevedono per quel giorno. Appare come un piccolo rituale, che piace.

Vi è la piena consapevolezza che milioni di persone siano nate in quel preciso giorno, ma allo stesso tempo, irrazionalmente, si crede di leggere qualcosa di personalizzato, di unico su di sé.

Questa tentazione ad attribuire un significato personale ad una descrizione generale è riconosciuta dagli psicologi, come “Effetto Forer” (o Effetto Barnum).

E’ un fenomeno per il quale ogni individuo, posto di fronte a un profilo psicologico che crede riferito a sè stesso, tende a immedesimarsi in esso ritenendolo preciso e accurato, senza accorgersi che quel profilo è abbastanza vago e generico da adattarsi a un numero molto ampio di persone.

Sempre sul tema di psicologia e astrologia, nel 1948, lo psicologo Bertram R. Forer diede a ciascuno dei suoi studenti un test di personalità, dicendo loro che avrebbero ricevuto un profilo unico, personalizzato del proprio carattere e, dopo aver letto il profilo, avrebbero dovuto, successivamente, valutare quanto quella descrizione da 0 a 5 (dove 5 indicava che il destinatario riteneva la descrizione come “eccellente” e 4 come “buona”), era attendibile e veritiera in riferimento alla propria personalità. La valutazione media della classe fu di 4,26.

I profili, consegnati a tutti gli studenti che avevano partecipato al test, erano identici, tutti uguali per tutti i soggetti, ma gli studenti lo valutarono come un’eccellente descrizione di sè stessi.

Tale profilo recitava così:

“Hai molto bisogno che gli altri ti apprezzino e ti stimino, eppure hai una tendenza ad essere critico nei confronti di te stesso. Pur avendo alcune debolezze nel carattere, sei generalmente in grado di porvi rimedio. Hai molte capacità inutilizzate che non hai volto a tuo vantaggio. Disciplinato e controllato all’esterno, tendi ad essere preoccupato ed insicuro dentro di te. A volte dubiti seriamente di aver preso la giusta decisione o di aver fatto la cosa giusta. Preferisci una certa dose di cambiamento e varietà e ti senti insoddisfatto se obbligato a restrizioni e limitazioni. Ti vanti di essere indipendente nelle tue idee e di non accettare le opinioni degli altri senza una prova che ti soddisfi. Ma hai scoperto che è imprudente essere troppo sinceri nel rivelarsi agli altri. A volte sei estroverso, affabile, socievole, mentre altre volte sei introverso, diffidente e riservato. Alcune delle tue aspirazioni tendono ad essere davvero irrealistiche.”

Questo esperimento, che mette insieme psicologia e astrologia, è stato ripetuto centinaia di volte con risultati simili.

L’effetto Forer sembra spiegare, almeno in parte, perché tante persone pensano che le pseudoscienze “funzionino”.

L’astrologia, l’astroterapia, i bioritmi, la cartomanzia, la chiromanzia, la fortuna, la grafologia, ecc., sembrano funzionare perché apparentemente forniscono un’analisi accurata della personalità.

Studi scientifici su queste pseudoscienze dimostrano che non sono validi strumenti di valutazione della personalità, ma vi sono “clienti” assidui che continuano ad affermare e a credere che le informazioni ricevute siano attendibili.

Circa 70 anni dopo la scoperta dell’effetto Barnum, chi scrive gli oroscopi o chi traccia le caratteristiche dei segni zodiacali, continuano ad affidarsi su questa caratteristica per coinvolgere le persone.

Questo, in breve, è l’effetto Barnum, una micidiale, seppur semplice, manipolazione psicologica che in qualsiasi scala venga applicata permette di controllare le persone. Un controllo reso possibile dal fatto che molte, moltissime persone sono sensibili alle lusinghe, accettano più facilmente chi fa loro un discorso di falsi elogi che non chi fa di loro un’analisi di giuste critiche.

Una scoperta molto interessante, ancora mette insieme psicologia e astrologia, in riferimento al fatto che, conoscere le proprie caratteristiche zodiacali influenzi i tratti del carattere, è il risultato di una ricerca in America, dove, in un campione di donne che non erano a conoscenza e poco interessate alle caratteristiche di personalità del proprio segno zodiacale, non erano per niente simili a quei specifici tratti.

Mentre, al contrario, le donne che ne erano particolarmente interessate e si erano informate in precedenza, hanno confermato di essere uguali alla definizione proposta dal proprio segno.

Quindi, questo dimostrerebbe che aver conoscenza sui tratti di personalità del proprio segno zodiacale possa influenzare la personalità stessa tale da adattarsi a quello che viene affermato.

David Marks e Richard Kamman sostengono che una volta che si ha una credenza o un’aspettativa, questa porta la persona a notare nuove informazioni che confermano la credenza. Questo meccanismo consolida il pensiero originale tanto da diventar così forte da far sì che le argomentazioni contrarie siano considerate troppo frammentarie per disconfermare la credenza.

Sono davvero attendibili le descrizioni dei segni zodiacali oppure si creano false credenze?

Astrologia e false credenze

Astrologia e false credenze

“…I nati sotto il segno dei Pesci sono emotivi e sensibili e possono essere influenzati sia in modo positivo che non. Poiché sono molto comprensivi e credono nella bontà del prossimo, spesso riescono ad essere pratici e realisti.

Sono vulnerabili e mancano di meccanismi di autodifesa. Sono inoltre riservati, non è possibile conoscerli intimamente e di rado conoscono se stessi. Il carattere dei nati sotto il segno dei Pesci è abbastanza contraddittorio e spesso addirittura incomprensibile per chi non abbia la stessa mentalità.

I Pesci amano i viaggi ed i cambiamenti, ma quando si muovono. Talvolta sono anche abilissimi a volgere le cose a loro favore, per trarsi d’impaccio riescono persino a cambiare strada all’improvviso ed a sparire come un pesce vero e proprio…”

“…I nati sotto il segno dello Scorpione sono pieni di risorse, profondi, seri ed hanno un forte magnetismo fisico. Sono spesso autoritari e possiedono la capacità di scoprire il punto debole degli altri. Sono inclini alla mancanza di tatto, anche se poi si sorprendono quando risulta evidente che hanno offeso qualcuno. Sono molto possessivi e capaci di provare intense emozioni. I nati nel segno sono attivi, energici, perspicaci, psicologi, intelligenti, passionali. Funzione vitale per lo Scorpione è la sessualità, spesso deviata in tutti i modi possibili con tendenza alla distruzione o, addirittura, all’autodistruzione. Un’altra tipica caratteristica del segno è la volontà, così come la permalosità, che può acuirsi sino a divenire desiderio di vendetta, è sconsigliabile avere uno Scorpione come nemico…….”

Questi sono stati tratti da alcuni siti web di astrologia e, probabilmente, avete visto cose simili in giornali, riviste e social media.

Nel campo della scienza, alcune ricerche hanno già dimostrato che non esistono somiglianze di personalità tra le persone appartenenti a certi segni zodiacali. Per i fans e credenti dei segni zodiacali, questi cosiddetti risultati della ricerca scientifica sono poco convincenti.

Pertanto, alcuni semplici fenomeni psicologici spiegano come è facile esser influenzati e credere a quello che viene letto sul proprio segno zodiacale.

Oltre all’effetto Forer, descritto in precedenza, vi sono altri due fenomeni che potrebbero fa influenzare la concezione di noi stessi in riferimento alla credenza dell’astrologia: Effetto dell’esposizioneBias di conferma.

Effetto dell’esposizione

L’astrologia fa parte da tempo della cultura popolare nel mondo occidentale. Già negli anni ’80, il 69% dei giornali quotidiani negli Stati Uniti contenevano una colonna dedicata all’astrologia.

Tra i primi cinque giornali più letti nel 2016, 4 di essi contengono una sezione dedicata all’oroscopo giornaliero. Queste evidenze suggeriscono che l’astrologia e i segni zodiacali sono molto vicini alla nostra vita e molti di noi sono esposti a loro quotidianamente. Numerose ricerche hanno suggerito che se si è più esposti a qualcosa, allora si ha un approccio più favorevoli a quella stessa cosa. La semplice esperienza ripetuta di una cosa può influenzare il modo in cui essa viene valutata (l’effetto della mera esposizione Zajonc, 1968)

Bias di conferma

È un processo mentale che consiste nel ricercare, selezionare e interpretare informazioni in modo da porre maggiore attenzione, e quindi attribuire maggiore credibilità a quelle che confermano le proprie convinzioni o ipotesi, e viceversa, ignorare o sminuire informazioni che le contraddicono. Il fenomeno è più marcato nel contesto di argomenti che suscitano forti emozioni o che vanno a toccare credenze profondamente radicate.

Quindi, si tende a cercare, a prendere in considerazione e a valorizzare solo notizie, pareri o evidenze che confermano quello di cui già si è convinti. Soprattutto – molti studi lo dimostrano – ci si ostina ad ignorare tutte le evidenze che contraddicono le nostre convinzioni.

Concludendo, è facile capire che non vi è una empirica relazione tra psicologia e astrologia per quanto riguarda i tratti di personalità degli individui.

Ma nessuno vieta di crederci e trovare delle somiglianze tra quello che viene letto e la propria personalità.

Approfondimenti

Psicologia e astrologia: insieme possono aiutare a definire la personalità?
5 (100%) 1 vote

Dott. Davide Algeri

Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach at Psicologia Pratica: La psicologia del cambiamento concreto
Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach
Aiuto le persone a trovare semplici soluzioni pratiche a problemi complessi.

_____________________________________________________

© RIPRODUZIONE RISERVATA, COPYRIGHT www.davidealgeri.com. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Che emozione hai provato dopo aver letto questo articolo?

0% 100% 0% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI

Commenta

Dott. Davide Algeri
Dott. Davide Algeri
Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach Aiuto le persone a trovare semplici soluzioni pratiche a problemi complessi.