Chi non ha paura del giudizio degli altri alzi la mano
24 gennaio 2013
Intervista su Genitori 3.0 su “I bamboccioni”
26 gennaio 2013
Tutte le categorie

La Mente Mafia e i primi passi verso la libertà

Tempo di lettura: 3 minuti

scaredMolto di ciò che ci trattiene dal vivere una vita appagante risiede nella paura.

Facciamo molta fatica ad ammettere a noi stessi di avere paura (o paure), perché veniamo cresciuti con l’idea che sia qualcosa di negativo, da nascondere. Così viviamo negando la paura, ignorandola, tentando di superarla o compensarla.

La paura è forse la più umana delle emozioni. A seconda della storia personale di ognuno può esprimersi con sfumature diverse: paura del giudizio e delle critiche, del rifiuto, del fallimento, dell’abbandono, del successo, della perdita e della solitudine, della punizione, dell’intimità, del confronto, della rabbia, di perdere il controllo…

La paura risiede nel nostro nucleo più profondo, per questo è così difficile contattarla ed esserne consapevoli. Quando è negata e non riconosciuta, viene cacciata negli scantinati della coscienza e da lì esercita un’influenza potente e spesso invalidante sulle nostre vite.

Terri Cole parla della Mente Mafia, intendendo con ciò che la paura opera sulla nostra mente allo stesso modo della mafia, ma anziché estorcere denaro, ci priva di gioia e libertà, con la minaccia di ciò che potrebbe succedere. Così facendo, tocca e spesso domina tutti gli aspetti del quotidiano – il modo in cui parliamo, lavoriamo, ci poniamo in relazione, respiriamo, o quando non facciamo nulla di tutto questo, sempre per paura.

Finché rimane una forza nascosta può renderci rigidi, sospettosi e ossessionati dalle sicurezze. Può sabotare la nostra creatività e renderci critici e perfezionisti. Può ostacolarci nelle nostre relazioni: sta dietro ai conflitti e all’elusione dell’intimità.

Ci induce a evitare le novità, le persone nuove, le modalità di pensiero diverse e i differenti stili di vita. È alla base di pregiudizio e violenza. Può essere all’origine di molti disturbi fisici – ansia, attacchi di panico, eruzioni cutanee, problemi di digestione, dolore e affaticamento cronici.

Lettura di approfondimento:  Fobie e monofobie: il trattamento con la terapia breve strategico

Sono le paure che ci impediscono di riconoscere le nostre doti essenziali e di aprirci a ciò che la vita ha da offrire.

2 modi per avvicinarci alle nostre paure

Il problema non sta, però, nell’avere paura (o paure): le nostre ferite non sono un ostacolo. Come afferma Thomas Trobe, sono riti di passaggio. I veri guai sorgono quando non ne siamo consapevoli, non siamo in contatto con le nostre sensazioni o tentiamo di affrontarle in modi poco efficaci che finiscono col creare ancor più dolore.

Una strada alternativa a quella generalmente intrapresa è quella di avvicinarsi alle proprie paure con amore e compassione, in un percorso di risanamento.

Innanzi tutto, teniamo a mente due aspetti:

  1. La paura è di tutti ed è una componente inevitabile del vivere. Ricordare questo può aiutarci a trasformare la paura da qualcosa di terrificante in qualcosa di normale, seppur sgradevole.
  2. La paura è un’emozione e non un fatto o una realtà ed, in quanto tale, possiamo esplorarla e modificarla. L’unica paura con una base di realtà è la paura della morte. Ma la maggior parte delle volte in cui proviamo paura, non siamo in pericolo di morte.

Dopo di che, possiamo interrogarci con molta onestà su quali siano le nostre più profonde paure. Ognuno ha una storia particolare e personale che può aver lasciato crescere certi timori e non altri. Diamoci del tempo per riflettere. Pensare alle aree della nostra vita in cui ci sentiamo “bloccati”, colpevoli e spaventati è un buon modo per arrivare alle nostre paure. La paura frena, blocca, toglie libertà e movimento, ci priva di agilità e iniziativa, coraggio e creatività. Dovunque sentiamo queste sensazioni, è molto probabile che la paura stia agendo da dietro le quinte.

Lettura di approfondimento:  Razionale vs Emotivo

Sapere quali sono le nostre paure più profonde ci permette, innanzi tutto, di sapere quali forze stanno guidando i nostri comportamenti. È la motivazione che sta dietro alla scelta che spesso ne detta l’esito. Se le nostre decisioni sono basate sulla paura, inevitabilmente creeranno risentimento ed emozioni negative, perché dentro di noi sappiamo che stiamo dicendo “No!” alla vita per paura.

Questa nuova consapevolezza ci permetterà di fare scelte più informate.

Accettarsi, completi di paure, è il primo passo. Più giudizio e autocritica esercitiamo su noi stessi e più la paura si intensifica dentro di noi. Maggiore è la nostra capacità di accettare le nostre paure e lavorarci sino in fondo e meglio siamo in grado di vivere nel modo più gratificante e completo possibile.

La Mente Mafia e i primi passi verso la libertà
Valuta questo articolo

Dr.ssa Simona Rao

PSICOLOGA MILANO
Specialista in Età evolutiva

Latest posts by Dr.ssa Simona Rao (see all)


_____________________________________________________

© RIPRODUZIONE RISERVATA, COPYRIGHT www.davidealgeri.com. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.

Lettura di approfondimento:  La terapia breve strategica sistemica per superare l'ansia da esame

Che emozione hai provato dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 0% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI

Commenta

Dr.ssa Simona Rao
Dr.ssa Simona Rao
PSICOLOGA MILANO Specialista in Età evolutiva