La famiglia: luogo del comunicare e dell’educare
15 ottobre 2012
Ti senti pronto/a per un percorso di psicoterapia breve?
27 ottobre 2012
Tutte le ctegorie

Errate credenze sulla creatività

Tempo di lettura: 3 minuti

creativit-cervelloLa creatività è l’arte di sommare due e due ottenendo cinque.
Arthur Koestler (saggista)

La creatività è sicuramente uno stile di pensiero, ma può essere anche un modello attraverso cui approcciare alla vita e alla risoluzione dei problemi quotidiani. La creatività, grazie ad associazioni di idee, concetti e fatti ci consente di sviluppare nuove invenzioni e scoperte tanto inedite quanto efficaci.

Troppo spesso però, si corre il rischio di etichettare come “creativi” pensieri o comportamenti semplicemente diversi, strani, bizzarri o trasgressivi; sovrastimandone la componente di novità e originalità. Altre volte invece, si rischia di non mettersi neanche nella condizione di pensare a insolite soluzioni, poiché si crede che la creatività sia prerogativa unica di personalità originali.

Sfatiamo questi e altri miti!

La creatività è un talento innato e non può essere insegnata

Questa falsa credenza è molto conveniente poiché esime tanti dal provare a sviluppare la creatività, in quanto se è frutto di un talento naturale, allora è una perdita di tempo provare a svilupparla.

Di solito questa affermazione viene fatta per evitare processi di pensiero che possono comportare un notevole dispendio di energie. In queste occasioni molti sostengono di non essere geni visionari e di non poter pertanto risolvere un determinato problema che appare particolarmente ostico. Se non ci prendiamo assolutamente cura della nostra componente creativa, questa dipenderà unicamente dal talento naturale. Se invece cerchiamo di svilupparla, attraverso idonei esercizi, o “semplicemente creando”, possiamo comunque aumentare il nostro livello di capacità creativa.

Non continuiamo a dire che non si può fare nulla se un individuo non ha un talento naturale. Anche se non si diventa Leonardo, vale comunque la pena coltivare la creatività.

Lettura di approfondimento:  Per una personalità creativa

La creatività è localizzata nell’emisfero destro

Questo è vero solo in parte. L’emisfero destro ci consente una visione olistica e la creazione di collegamenti tra gli eventi o i concetti. Ma per modificare i concetti e i significati usiamo l’emisfero sinistro, pertanto entrambi gli emisferi sono sempre contemporaneamente coinvolti in un processo creativo, come dimostrano anche diversi studi effettuati con la Tep (tomografia ad emissione di positroni).

La creatività è una caratteristica esclusiva degli artisti ribelli e solo loro possono insegnarla

La creatività non necessariamente deve essere contro qualcosa. L’eccentricità è solo una delle tante possibili manifestazioni della creatività, non l’unica.

La creatività può essere appresa anche grazie ad un metodo e delle regole che definiscono un gioco creativo, come avviene negli esercizi per sviluppare il pensiero laterale, proposti dallo psicologo Edward De Bono. Qualcosa di creativo ed innovativo può nascere costruttivamente partendo da qualcosa di già esistente.

Gli  artisti, soprattutto quelli famosi, raramente possono essere dei buoni maestri di creatività. Molti di loro rimangono intrappolati dal loro stesso stile perché questo è ciò che il mondo si aspetta da loro. Gli artisti possono quindi essere originali, ma rigidi al tempo stesso, continuando a ri-percorrere la stessa strada nella creazione di un artefatto.

La creatività è frutto di un successo casuale

Non necessariamente la creatività è un fenomeno casuale, come avviene nel processo di brainstorming, in cui si sparano idee a raffica nella speranza di trovare qualcosa di innovativo. Le nuove idee possono essere a portata di mano se ci abituiamo a pensare in modo nuovo, attraverso processi ipotetici ed intuitivi. Se ci allontaniamo dagli schemi logici a cui siamo stati abituati, se riconosciamo e abbandoniamo i nostri schemi mentali, potremmo rischiare di creare qualcosa di nuovo!

Lettura di approfondimento:  Tolleranza all’ambiguità e creatività

In conclusione, non è necessario avere la parte destra del cervello più sviluppata, avere un’indole artistica e anticonformista o possedere talenti naturali per essere creativi.  La creatività è un’abilità che tutti possono apprendere e sviluppare attraverso degli esercizi, che stimolano il cambiamento di idee, concetti e percezioni.

Bibliografia

  • Edward De Bono, Essere creativi, gruppo 24 ore, Milano
  • Linda Seger, Come potenziare il talento creativo, Dino Audino editore, Roma
Errate credenze sulla creatività
Dai un voto a questo articolo

Se ti è piaciuto questo post, aiutami a condividerlo sui Social Network!

Dr.ssa Monica Salvadore

Dr.ssa Monica Salvadore

Psicologa del lavoro e Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale
Specialista in Risorse umane
Collabora con enti di formazione e società di consulenza aziendale, occupandosi di formazione, orientamento professionale e outplacement.
Dr.ssa Monica Salvadore

_____________________________________________________

© Copyright, www.davidealgeri.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 0% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per ricevere future notifiche di nuovi corsi o contenuti da leggere. 🙂
Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *