Dare regole ai figli: qual è il compito dei genitori?
19 maggio 2015
Il ruolo dei software nell’apprendimento
2 giugno 2015
Tutte le categorie

5 Strategie per diventare più forti!

Tempo di lettura: 2 minuti

diventare più fortiIl modo per tirarsi un po’ su in autonomia esiste e funziona.

Ecco alcune 5 piccole strategie unite ad un pizzico di creatività ed auto-rinnovamento per tirarsi su. Applicale quotidianamente ed il gioco è fatto!

1 – Sdraiati ed ascolta la musica che ti piace

La musica ti trasporta in un’altra realtà, ti aiuta a staccare da ciò che stavi facendo e ti permette di defaticare la mente e favorire la tua creatività grazie al prolificare di pensieri ed immagini. Mi raccomando musica, ma non tv: questa è una forma passiva di rilassamento che porta la mente ad intorpidirsi.

2 – Guarda in faccia le tue paure

Non evitare le tue paure, ma affrontale di petto!!! Se le eviti, torneranno più forti di prima. Scrivi su un foglietto le tue paure e pensa a delle strategie concrete, fai un brainstormig carta e penna, scrivendole scoprirai che faranno già meno paura.

3 – Recita un ruolo

Interpreta il personaggio che vorresti essere. Vuoi essere una donna in carriera? O un’artista bohemmiene? Studia il personaggio: come si veste? Come parla? Che luoghi frequenta? … E poi mettilo in atto. Ti sentirai sempre più forte e più vicino a ciò che disideri diventare.

4 – Crea il tuo rituale

Inventati un tuo rituale. Se ti accorgi, ad esempio, che di fronte a una difficoltà un tuffo in piscina ti aiuta a scaricare la tensione per poi a trovare la soluzione inaspettata, adotta questo stratagemma tutte le volte che ne sentirai il bisogno. Non si tratta di una semplice scaramanzia portafortuna. Il segreto è l’azione. Iniziare un rito significa cominciare un’azione che ti porterà verso la soluzione.

Lettura di approfondimento:  Come l’autoefficacia influenza le nostre scelte

5 – Coltiva i tuoi punti deboli

Metti nero su bianco i tuoi punti deboli. Fai altrettanto con i pregi. Tienili sempre vicini. Poi una volta alla settimana studia i tuoi punti deboli. Sconfiggi l’imbarazzo che provi nei loro confronti. In che modo i tuoi punti deboli potrebbero essere un pregio? Ti dicono che parli troppo e sei logorroico? Prova ad occuparti di vendita o PR, vedrai che sorprenderai tutti!

Prova e scoprirai l’efficacia di queste strategie!

5 Strategie per diventare più forti!
Valuta questo articolo
Dr.ssa Monica Salvadore

Dr.ssa Monica Salvadore

Psicologa del lavoro e Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale
Specialista in Risorse umane
Collabora con enti di formazione e società di consulenza aziendale, occupandosi di formazione, orientamento professionale e outplacement.
Dr.ssa Monica Salvadore

_____________________________________________________

© RIPRODUZIONE RISERVATA, COPYRIGHT www.davidealgeri.com. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Che emozione hai provato dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 100% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI

Lettura di approfondimento:  Mentalizzare l’altro: funzione riflessiva nella costruzione del mondo

Commenta

Dr.ssa Monica Salvadore
Dr.ssa Monica Salvadore
Psicologa del lavoro e Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale Specialista in Risorse umane Collabora con enti di formazione e società di consulenza aziendale, occupandosi di formazione, orientamento professionale e outplacement.