ebook gratis
E-book psicologia gratuiti
17 settembre 2012
Ebook – Tre step per gestire l’ansia sociale
20 settembre 2012
Tutte le categorie

Come vincere lo stress con le strategie giuste

Tempo di lettura: 3 minuti

blocca-lo-stressVincere lo stress

Si parla moltissimo di stress come un fenomeno complesso, che ci troviamo a dover gestire sempre più spesso nelle azioni quotidiane e che deve essere valutato in un’ottica multidimensionale perché i suoi effetti si possono ripercuotere sul nostro benessere psico-fisico.

Lazarus (1966) definisce lo stress come “un particolare tipo di rapporto tra la persona e l’ambiente, valutato come gravoso o superiore alle proprie risorse e minaccioso per il proprio benessere”.

Tre sono le caratteristiche che lo definiscono:

  • Il binomio stimolo-risposta;
  • Uno sforzo d’adattamento;
  • Un alto consumo energetico per raggiungere l’adattamento.

Bisogna distinguere tre fasi tipiche dello stress (Selye, 1936):

  • Fase di allarme: un momento di shock iniziale in cui la resistenza si abbassa, seguita da un meccanismo di contro-shock per attivare i meccanismi di difesa e le reazioni fisiologiche;
  • Fase di resistenza: consente un adattamento massimo accompagnato da un progressivo riequilibrio delle funzioni;
  • Fase di esaurimento: caratterizzata da squilibrio funzionale e alterazioni strutturali dovute al prolungarsi delle difese dell’organismo.

Il problema non sta nell’evento stressante perché tali situazioni fanno parte della vita e non è pensabile di poterle eliminare tutte.

Infatti, non sempre lo stress ha un effetto nocivo sull’organismo, in questo caso si parla di stress acuto. Alcune situazioni stressanti sono benefiche e necessarie alla vita di tutti i giorni, per migliorare le nostre prestazione e raggiungere i nostri obiettivi agendo tempestivamente.

Tuttavia, quello che è grave per la salute è il trasformarsi dello stress da acuto a cronico. In caso di stress cronico, quando l’individuo è fisicamente ed emotivamente spossato, possono insorgere un’ampia gamma di disfunzioni oltre che la perdita del benessere: ad esempio tachicardia, tensione muscolare, frequenti emicranie, improvvisa sudorazione, stato ansioso, irritabilità, disturbi del sonno.

Come far fronte allo stress?

salute-antistressLa misura in cui la situazione viene vissuta come stressante varia da individuo a individuo e dipende dal processo di coping, ossia l’insieme di proprietà della persona di tipo fisico, psicologico o dell’ambiente.

La relazione tra stress e coping è stata messa in luce da una serie di teorie, tra cui la teoria di Lazarus e Folkman (1984). Secondo tale teoria lo stress è inteso come una transazione fra la persona e l’ambiente. Il coping è un processo dinamico che implica una doppia valutazione da parte dell’individuo:

  • Valutazione relativa al significato dell’evento e del probabile effetto sul benessere;
  • Valutazione relativa agli effetti delle risposte.

Quindi, la percezione soggettiva dello stress è più importante nell’incidere sullo stato di salute che l’evento stressante. La persona è un agente attivo in grado di influenzare l’impatto degli eventi mediante strategie emotive, cognitive e comportamentali.

Si distinguono tre tipi di coping:

  • Coping centrato sul problema: sforzi rivolti a il problema esterno o la fonte interna della sua intensità;
  • Coping centrato sull’emozione: rivolto a cercare un sollievo dagli effetti spiacevoli del problema;
  • Evitamento: strategie che consistono in distrazioni o diversivi.

Alcuni suggerimenti per vincere lo stress

Nessuno è immune dallo stress, ma il modo in cui esso può ripercuotersi sulla nostra salute psicofisica dipende da come la persona è in grado di farvi fronte attraverso adeguate strategie di coping.

Si possono distinguere tre fattori fondamentali che possono influenzare l’efficacia del coping:

  • Disposizioni individuali: temperamento, alta autostima, locus of control interno;
  • Contesto familiare: ambiente caratterizzato da calore, coesione, supporto;
  • Sostegno e relazioni esterne.

Ecco infine alcuni suggerimenti utili da adottare nello stile di vita quotidiano per fronteggiare lo stress.

  1. Semplificare lo stile di vita: è importante sforzarsi di eliminare dalla giornata quelle “piccole” cose che ci rendono nervosi e ci tolgono il buon umore, secondo una scala di priorità.
  2. Ritagliare un po’ di tempo libero per se stessi: è importante coltivare degli hobby/interessi e dedicarsi a ciò che ci piace.
  3. Separare il tempo di lavoro da quello libero.
  4. Regolare il ritmo sonno/veglia fornendo al nostro corpo le giuste ore di riposo.
  5. Seguire una corretta e sana alimentazione.
  6. Prendersi cura di se stessi e della propria salute attraverso un’attività fisica (anche solo una passeggiata di mezz’ora al giorno).
  7. Imparare a rilassarsi mediante tecniche di rilassamento e respirazione controllata.

Approfondimenti

  1. Lazarus, R. S. (1966). Psychological stress and the coping process, New York, Mc Graw-Hill.
  2. Lazarus, R. S. e Folkman (1984). Stress, appraisal, and coping, New York, Springer.
  3. Selye, H. (1936). A syndrome produced by diverse nocuous agents, in “Nature”, 138, p. 32.
Come vincere lo stress con le strategie giuste
Valuta questo articolo

_____________________________________________________

© RIPRODUZIONE RISERVATA, COPYRIGHT www.davidealgeri.com. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Che emozione hai provato dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 0% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI

Commenta