L’infanzia antisociale
16 settembre 2014
Profilo psicologico del dipendente: affettivo, da internet e da lavoro
19 settembre 2014
Tutte le ctegorie

Prevenire la scomparsa di minore

Tempo di lettura: 3 minuti

scomparsa di minoreParliamo di come prevenire la scomparsa di minore

La scomparsa di minore è un terribile fenomeno che sta assumendo dimensioni preoccupanti, ma a cui non è dato ancora il giusto peso. Sicuramente, la prima cosa da fare quando viene rilevata la scomparsa di un bambino è dare l’allarme in maniera tempestiva ed immediata alle Forze dell’Ordine. In questo modo vengono attivate immediatamente le ricerche e, come dimostrano i dati statistici, aumenta in maniera esponenziale la probabilità di ritrovamento.

Quando un minore scompare?

È possibile distinguere tre tipi di scomparsa di minore: i figli che si allontanano volontariamente da casa, i bambini contesi dai genitori e le scomparse nel senso stretto del termine.

Il primo tipo di scomparsa riguarda soprattutto adolescenti e preadolescenti, che decidono di allontanarsi da casa dopo una lite con i genitori o incomprensioni familiari; capita, poi, che i genitori, ritrovati i propri figli, si dimentichino di ritirare la denuncia e i bambini risultino ancora, di fatto, scomparsi.

I bambini contesi riguardano principalmente i figli di genitori separati, che nascondono i bambini al proprio coniuge, impedendogli di avere rapporti; la sottrazione di minore può essere nazionale (dentro il territorio italiano) o internazionale.

Nelle scomparse vere e proprie, invece, i bambini possono essere stati rapiti (da estranei o familiari, senza il consenso del minore o dei genitori), attraverso la minaccia di violenza, la violenza vera e propria o la persuasione.

Regole per prevenire la scomparsa di minore

Nonostante le diverse linee guida e le procedure che vengono consigliate quando si vivono momenti come questi, la linea più efficace da seguire è quella della prevenzione. Vi sono alcuni comportamenti da adottare, sia per mamma e papà che per i bambini, per limitare il più possibile il presentarsi del fenomeno. I genitori sono ovviamente spaventati di fronte a un panorama così terribile, ed è quindi opportuno indicare alcune precauzioni che si possono prendere per evitare per quanto possibile la sparizione di minori.

Lettura di approfondimento:  Cosa è l'educazione?

Possiamo rintracciare delle indicazioni importanti utili sia per i bambini che per i loro genitori, o per chi si prende cura di loro.

Sembra banale, ma è molto importante che il minore conosca i suoi dati, il nome completo, l’indirizzo di casa e il numero di telefono con cui rintracciare mamma e papà o un adulto di riferimento. Può essere molto importante, ad esempio, scriverli anche sul diario di scuola o su un bigliettino che il bambino tiene con sé, in modo tale che anche in situazioni di paura o stress possa facilmente recuperarli.

Occorre condividere alcune regole di comportamento con i propri figli, in modo tale che capiscano l’importanza di rispettare alcune norme che sono fondamentali. È basilare spiegare perché è importante seguire alcuni comportamenti e prendere determinate precauzioni, senza allarmare o spaventare i bambini. I bambini devono imparare a obbedire ai limiti imposti da mamma e papà, condividendo con loro le regole da rispettare; poche regole, semplici e inderogabili sono molto più efficaci di molte prescrizioni che non vengono mai fatte rispettare. Tra queste:

  1. Trasmettere ai bambini l’importanza di comunicare dove e con chi sono, eventuali spostamenti o situazioni in cui non c’è possibilità di rientrare nell’orario stabilito.
  2. Avere degli orari di rientro permette ai genitori di monitorare gli spostamenti dei bambini, accorgendosi di ogni piccolo ritardo. Laddove i bambini ritardino, è buona regola insegnare ad avvisare a casa.
  3. Anche quando i piccoli si trovano in casa, inoltre, è bene insegnare loro di non aprire la porta a nessuno. È importante condividere queste abitudini, non limitandosi a imporle, altrimenti si rischia di non trasmettere ai propri figli l’importanza vitale che queste regole possono avere.
  4. Fondamentale, come sempre, rimane la costruzione di un rapporto solido basato sulla fiducia e sul dialogo, che permette ai figli di aprirsi nel caso di situazioni sospette. Stabilire un rapporto empatico ed aperto al dialogo e al confronto è il presupposto fondamentale per arginare il più possibile situazioni di scomparsa, laddove vi possono essere dei rapimenti progettati e pianificati.
  5. Conoscere gli amici e le abitudini dei propri figli diventa, quindi, di estrema utilità, così come partecipare alle loro attività e organizzare delle occasioni di incontro anche con i genitori dei bambini che frequentano.
  6. Inoltre, sembra banale dirlo, ma occorre infondere nel bambino la sicurezza che, in qualsiasi luogo e a qualsiasi orario, si è pronti ad andare a prenderli per riportarli a casa, senza dover cercare passaggi da sconosciuti o da persone che si conoscono poco.
Lettura di approfondimento:  Come sviluppare la fiducia nel mondo nei bambini?

Ovviamente, queste sono solo alcune delle linee guida che possono essere utili per arginare il più possibile casi di scomparsa di minori. Purtroppo a volte ciò non basta per sconfiggere il fenomeno, ma stare attenti a questi aspetti può essere di estrema importanza, soprattutto di fronte a certi tipi di scomparsa.

Leggi come fare quando un un minore scompare

Prevenire la scomparsa di minore
Dai un voto a questo articolo

Se ti è piaciuto questo post, aiutami a condividerlo sui Social Network!

Dr.ssa Annabell Sarpato

Dr.ssa Annabell Sarpato

Psicologa e conduttrice di gruppi
Esperta in Processi di Apprendimento
Svolge la libera professione privatamente presso il Centro di Psicoterapia Psicodinamica Eric Berne, lavorando con i bambini e le loro famiglie, attraverso interventi individuali e di gruppo.
Dr.ssa Annabell Sarpato

Articoli recenti di Dr.ssa Annabell Sarpato (guarda tutto)


_____________________________________________________

© Copyright, www.davidealgeri.com – Tutti i diritti riservati. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 0% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Iscriviti per ricevere future notifiche di nuovi corsi o contenuti da leggere. 🙂
Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *