paura del rifiuto
Superare (strategicamente) la paura del rifiuto
6 Febbraio 2020
dipendenza da telefonino
Dipendenza da telefonino: come si entra e come uscirne
19 Febbraio 2020
Tutte le categorie

Seduzione: linee guida (psicologiche) per conquistare una donna

sedurre una donna

sedurre una donnaLa seduzione e le tecniche per sedurre, probabilmente, sono uno dei temi più studiati e sicuramente più discussi. Questo perché è qualcosa che interessa e incuriosisce tutti: chi non si è mai chiesto se ci fossero tecniche o strategie per essere seducente e avere successo con gli altri?

Questa è sicuramente una delle domande che ci poniamo spesso, perché uno degli scopi dell’essere umano è proprio quello di conquistare l’altro e, soprattutto, essere apprezzato o comunque accettato (Leggi come affrontare strategicamente la paura del rifiuto).

E poi, quale altro scopo ha la nostra vita se non quella di trovare qualcuno con cui condividere le nostre esperienze? Ecco che, quindi, diviene fondamentale capire come avere successo proprio in questo: come si conquista l’altro? Come si diventa attraenti agli occhi di una donna? Ci sono delle strategie che possiamo mettere in atto?

In questo articolo parleremo proprio di questo: parleremo di tutto ciò che riguarda la seduzione e di ciò che è necessario sapere per poter conquistare l’altro, nello specifico una donna.

Le tecniche di seduzione cambiano, infatti, proprio in base al sesso: uomini e donne sono differenti quindi è differente anche il modo di approcciarsi e di conquistarli (Scopri in che modo sedurre un uomo).

Infine, daremo qualche consiglio utile per gestire la seduzione dell’altro.

Seduzione: cos’è?

Ciò che ruota attorno alla seduzione sembra essere avvolto da un alone di mistero: si può davvero sedurre l’altro? Le tecniche di seduzione sono davvero così efficaci come potremmo pensare? Partiamo dalla base, prima di svelare il tutto: cos’è la seduzione?

Il termine seduzione deriva dal latino: “se” che significa a sé ed indica separazione e da “ducere” che significa condurre o comunque condurre a sé. Quindi: “La seduzione è una vera e propria strategia il cui scopo è quello di ridurre la distanza fisica con un’altra persona, per riuscire in un secondo momento a costruire un legame intrigante ed intimo.”

Scopo principale della seduzione è proprio quella di avvicinarsi all’altro in termini sia fisici, che emotivi. Ovviamente ciò è fatto per una ragione e per raggiungere uno scopo preciso: creare una relazione o comunque un contatto con l’altro.

La seduzione, essendo perlopiù associata ad un’idea negativa, in realtà è qualcosa di totalmente naturale e necessario per il soggetto: nessun rapporto inizia dal nulla o per caso. Certo, ci può essere la casualità dell’incontro, ma poi come ci si approccia all’altro dipende dalla persona e dai suoi comportamenti.

Proprio in questi termini si parla di seduzione: in essa rientrano tutti i comportamenti e i gesti utili per approcciare e per riuscire ad avvicinarsi all’altro.

Il processo della seduzione

La seduzione può essere vista come un processo o come un continuo divenire: per conquistare una donna, o un uomo, è necessario che avvengano determinate fasi, necessarie per determinare, successivamente, la nascita di un rapporto.

Quali sono queste fasi?

  1. Individuazione e selezione di un partner interessante;
  2. Creazione del contatto fisico;
  3. Tentativo di attirare l’attenzione;
  4. Tentativo di essere scelti, almeno con lo sguardo, da parte dell’altro/a.

Tale processo parte dunque nel momento in cui una persona sceglie e individua un altro soggetto, ritenuto interessante e che, quindi, desidera conquistare. Da qui ha inizio un processo che può essere visto come una danza: ogni soggetto fa un determinato passo verso l’altro e, così, si crea intimità e comprensione tra i due soggetti.

L’abilità risiede, quindi, nel comprendere i gesti dell’altro e nel saper rispondere ottimamente ai segnali inviati.

Da cosa nasce il processo di seduzione

Abbiamo detto che fondamentale è l’individuazione di una persona che riteniamo interessante e che, quindi scegliamo come possibile “preda”. Ovviamente, il termine preda non è utilizzato in modo negativo: semplicemente, la persona che scegliamo diventerà il centro delle nostre azioni e della nostra attenzione.

Ma cos’è attraente per un uomo? Gli uomini cosa ricercano in una donna?

Secondo il senso comune, l’uomo è attratto, nella maggior parte dei casi, dall’estetica della donna.

Da qui derivano tutti gli stereotipi secondo cui una donna, per conquistare un uomo, deve necessariamente mostrare la sua bellezza o comunque i suoi caratteri femminili.

Ma è davvero così?

Sicuramente l’uomo è molto attratto dalla bellezza fisica di una donna e da alcune caratteristiche come il seno grande, i fianchi abbastanza larghi perché questo tipo di struttura è più compatibile con la fertilità e il successo riproduttivo.

Ovviamente ciò non basta e, se lo credessimo, significherebbe generalizzare facendo riferimento al senso comune: un uomo è, sicuramente, attratto anche da altro come la determinazione, la sicurezza, la passione per le proprie attività e la voglia di fare.

Lettura di approfondimento:  La personalità di Donald Trump: psicologia e comunicazione

Le donne, invece, da cosa sono attratte? Sicuramente per le donne il discorso è alquanto diverso: l’estetica ha una valenza importante ma, nella gerarchia delle priorità delle donne, spesso non è al primo posto (Scopri in che modo una donna può sedurre un uomo). Generalmente le donne sono attratte anche da caratteristiche come sicurezza, carisma, leadership, forza d’animo, dominanza.

Tutto ciò ha delle motivazioni, da un punto di vista antropologico. Nella preistoria, era l’uomo a cacciare e a provvedere alla sopravvivenza della famiglia: per una donna, quindi, avere al proprio fianco un uomo forte, sicuro, significava avere accesso a più risorse e poter salvaguardare la sua prole.

Nonostante oggi viviamo in una società “progredita”, le donne sembrano essere comunque attratte da questa tipologia di uomo: un uomo sicuro, imperturbabile e che sia in grado di prendersi cura di lei e di eventuali figli.

Componenti fondamentali nel processo di seduzione

processo di seduzioneCome visto finora, ci sono caratteristiche specifiche che l’uomo o la donna cercano nel proprio partner ed è giusto sia così.

Quindi potremmo chiederci: basta avere queste caratteristiche per avere successo con una donna? La risposta è no.

Certo, avere carisma o essere una persona responsabile sono dei buonissimi presupposti, e potremmo dire che sono anche necessari, ma un problema fondamentale risiede nel saper esprimere ciò che si è.

Sicuramente una persona interessata a te, ti darà modo di conoscerti e di capire chi sei realmente; ma, appunto, diviene necessario capire come attirare questo interesse e come comunicare al meglio chi sei.

Fondamentale nel processo di seduzione è, infatti, la comunicazione: in questo ambito si parla proprio di comunicazione seduttiva.

Attraverso la comunicazione seduttiva si cerca di coinvolgere l’altro non solo dal punto di vista logico o razionale, ma soprattutto emotivo: questa è composta dalla comunicazione verbale e non verbale.

Comunicazione non verbale

Tale comunicazione si compone di tanti tasselli che vanno da gesti o da semplici indicatori inconsci, come le espressioni facciali o la postura, che però hanno una grandissima potenza dal punto di vista comunicativo.

Infatti, spesso, questi indicatori riescono a confermare ciò che viene detto verbalmente o, addirittura, ad aggiungerne significati.

La postura

Anche la postura è importante nella comunicazione seduttiva. “La postura è espressione di un vissuto ereditato, di un vissuto personale, della formazione e deformazione culturale, di memorie dei propri traumi fisici ed emotivi, del tipo di vita e di stress che conduciamo, del tipo di lavoro e di sport a cui ci siamo assoggettati nel tempo. Postura è il modo in cui respiriamo, il mondo in cui stiamo in piedi, ci atteggiamo e ci rapportiamo con noi stessi e con gli altri. La nostra postura è espressione della nostra storia.” (D. Raggi, 1998).

La postura, spesso, è un aspetto che ci sfugge e che sottovalutiamo, ma in realtà è un potente comunicatore: la nostra postura racconta di noi.

Per utilizzarla al meglio nella comunicazione seduttiva, molto utile è mantenere quanto più una postura eretta, con schiena dritta, petto in fuori e testa alta.

Questa postura comunica sicurezza di se stessi, del proprio corpo e della propria personalità. E alla donna tutto questo piace!

Contatto fisico

Molto importante nelle prime fasi di seduzione è proprio il contatto fisico, ovviamente non invadente o insistente. Attraverso il contatto fisico, i due partner riescono ad avvicinarsi, anche emotivamente, e a creare un rapporto.

Ecco perché è opportuno cercare di crearlo: magari sfiorando il braccio o la mano, per poter trasmettere alla donna che vi piace e che provate interesse nei suoi confronti. Ovviamente dovete avere quantomeno la sensazione che anche questo piccolo gesto sia accetto. Evitare di insistere se l’altra si ritrae.

Contatto oculare

Molto importante nelle prime fasi della seduzione è il contatto oculare perché attraverso lo sguardo si riesce a comunicare molto più rispetto alle parole.

Il contatto oculare, spesso, è il primo indice di disponibilità e interesse: è una vera e propria arma nelle mani del seduttore. Quando è presente uno scambio di sguardi, l’interesse è quasi garantito.

Tono della voce

Il tono della voce è un fattore fondamentale per la seduzione di una donna: è stato osservato che le donne provano maggiore attrazione per un uomo che, dal tono della voce, riesce a comunicare sicurezza.

Molto importante è un tono di voce basso o comunque profondo: questo perché probabilmente intriga e incuriosisce una donna.

Comunicazione verbale

Anche ciò che diciamo ha importanza e diviene fondamentale per il processo di seduzione e di conquista di una donna.

Come comunicare ottimamente e, quindi, di cosa parlare per fare colpo? Oppure, quali sono gli argomenti da evitare?

Sicuramente ciò su cui bisogna puntare è proprio la naturalezza e la verità: possono esserci argomenti preferiti o comunque che possono suscitare una maggiore curiosità nella donna, ma in ciò bisogna evitare di seguire “delle regole”.

Lettura di approfondimento:  Senso di gratitudine: imparare a perdonarsi e perdonare, liberarsi dalle relazioni tossiche

Tutto risiede nella capacità di far sentire bene l’altro e soprattutto di comunicarle tutto ciò che si è.

Molte volte si ritiene che per attirare una donna, bisogna solo mostrare ciò che si ha: questo è un errore frutto di stereotipi. Ostentare la propria ricchezza o le proprie disponibilità, non determineranno il successo.

Spesso, inoltre, la comunicazione verbale è rivolta a farsi conoscere e a conoscere l’altro.

Interessarsi di ciò che all’altro piace o di quello che fa nella sua vita, è sicuramente un passo di successo. Bisogna saper ascoltare e farla sentire al centro della propria attenzione. Anche questo piace molto ad una donna.

Come cambia la seduzione

È inevitabile, la nostra società è soggetta a tantissimi cambiamenti e modiche ed è anche normale. Anche il mondo delle relazioni e del corteggiamento, oggi, è totalmente cambiato rispetto al passato.

Questo cambiamento è andato di pari passo con il cambiamento riguardante la posizione e la figura femminile.

Quello che sappiamo è che la donna, dopo moltissimi anni di “oscurità” e sottomissione, finalmente è riuscita ad emanciparsi. Oggi, infatti, essa non occupa più solo posizioni marginali o secondarie: questo è evidente anche nel mondo del lavoro in cui le donne, a piccoli passi, stanno riuscendo ad acquisire autorevolezza e prestigio.

Anche nel mondo delle relazioni e della sessualità abbiamo assistito a moltissimi cambiamenti.

Oggi la donna può essere considerata al pari dell’uomo: per esempio, è naturale vedere una donna corteggiare un uomo o fare i primi passi; fino a qualche decennio fa, tutto ciò era minimamente impensabile. Questo sicuramente è legato ad una concezione nuova della donna: viene vista come legittima di godere della propria sessualità e di scegliere con chi viverla.

Quindi, la sessualità femminile non è più vista come un taboo o come qualcosa di strano, ma è vista al pari di quella dell’uomo: viene totalmente scardinata l’idea della donna che deve subire le avances maschili.

La donna era considerata come un possesso da acquistare e, quindi, non poteva scegliere quale uomo avere nella propia vita. E se non era ancora un possesso del futuro marito, sicuramente era un possesso del proprio padre. Ecco che l’uomo, per poter conquistare la donna, era costretto ad una trafila impensabile: bisognava conquistare prima di tutto la famiglia e il padre; in seguito, la donna poteva mostrare il proprio interesse.

Tutto ciò che oggi appare quasi assurdo, aveva anche lati positivi: la donna era sicuramente considerata un possesso ma, allo stesso tempo, era vista come un possesso “da proteggere”. Ecco perché, spesso, era irraggiungibile. Questo ovviamente condizionava la seduzione della donna che, quindi, aveva limiti ben precisi: per esempio, il contatto fisico era quasi totalmente vietato.

La seduzione avveniva quindi su un piano razionale e mentale, piuttosto che fisico. La donna doveva essere conquistata con gesti di galanteria e di rispetto e soprattutto la conquista avveniva su un piano mentale: bisognava far conoscere se stesso e mettere al primo posto la propria persona, i propri interessi e, in seguito, si poteva avere una conquista fisica.

Il tutto avveniva principalmente a livello verbale: lunghe chiacchierate con un doveroso rispetto per la donna che si aveva di fronte.

Consigli per sedurre una donna

tecniche di seduzioneUna volta mostrata l’importanza di moltissime componenti per la seduzione di una donna e dopo aver mostrato cos’ha importanza per una donna, probabilmente il dubbio iniziale è ancora vivo in voi.

Come si conquista una donna? Come si può avere successo?

Ecco alcuni consigli utili.

Punta sulla simpatia

Non voglio che la gente sia troppo simpatica: questo mi risparmia il disturbo di volerle molto bene.”

(Jane Austen)

Quante volte ve l’avranno ripetuto? Sicuramente tante, forse troppe.

Ma non è un consiglio banale o assurdo: la chiave per conquistare una donna è proprio la simpatia.

Una donna che ride alle vostre battute è, quasi sicuramente, una donna che proverà interesse. Questo perché attraverso una battuta, probabilmente entrerete in sintonia con lei e avrete più possibilità di costruire intimità tra voi.

La simpatia, inoltre, è una qualità molto apprezzata nelle donne, molto più della bellezza fisica. La simpatia è essenzialmente semplicità, accettazione dell’altro, amore per sé e per gli altri. Una persona simpatica è in grado di trasmettere semplicità e genuinità: tutti sentimenti positivi che quindi, inevitabilmente, sono in grado di aumentare l’attrazione e l’interesse nell’altro.

Inoltre, una persona simpatica, proprio per l’idea di semplicità che trasmette, riesce a mettere a proprio agio l’altro: ci si sente come maggiormente liberi di essere ciò che si è, senza alcun tipo di filtro o finzione.

Lettura di approfondimento:  Paura del cambiamento: strategie per affrontarla

Ecco perché la simpatia è la chiave del successo!

Non invadere i suoi spazi

È sicuramente vero che il contatto fisico aiuta a creare intimità e, quindi, è un buon alleato nel momento in cui si vuole creare un rapporto. Ma tutto bisogna evitate assolutamente di renderlo eccessivo. Una persona troppo invadente, infatti, sicuramente è da tenere alla larga.

Se non volete che la donna che vi interessa vi eviti o vi respinga, è necessario che rispettiate i suoi spazi e i suoi tempi. Cercate di capire chi avete di fronte, ciò che pensa e ciò che potrebbe farle piacere.

Non accelerate e non siate invadenti!

Mostrati sicuro nei modi e negli argomenti

Come affermato precedentemente, le donne sono attratte maggiormente da un uomo sicuro di sé e da cui possono ricevere protezione.

Mostratevi sicuri nel vostro modo di fare, anche grazie alla postura: come detto precedentemente, essa rivela molto di voi. Aumentate la vostra consapevolezza rispetto alle risorse di cui disponete, del vostro essere originali, dell’entrare in empatia con la persona che avete di fronte e della capacità di trasmetterle emozioni belle.

Cercate di stare dritti con le spalle e di mostrare il petto: ciò è segno di sicurezza. In seguito, cercate di farle capire quanto siete affidabili e responsabili: fate in modo che vi conosca davvero e che capisca ciò che vi caratterizza.

Instaurate una conversazione intima e personale: è stato dimostrato, infatti, che una conversazione di successo è proprio quella che si basa su argomenti intimi e personali.

Sorprendila

Cosa c’è di meglio di conquistare una donna attraverso un effetto “sorpresa”? Nonostante ci possano essere donne a cui le sorprese non piacciono, la maggior parte delle volte è un successo assicurato.

Sorprendere significa fare breccia nel suo cuore, conoscendo l’altro e i suoi desideri.

Per essere efficace, la sorpresa fatta ad una donna, deve essere necessariamente ad hoc.

Quindi, prima di fare qualsiasi passo, cercate di capire ciò che le piace o che desidererebbe. Cercate quindi di capire come sorprenderla dando importanza a ciò che vuole.

Guardala negli occhi e sorridile

Come detto nel resto dell’articolo, il contatto oculare è fondamentale perché permette di creare intimità e sintonia tra i due partner. Una persona riesce a capire se c’è interesse soprattutto grazie allo sguardo: quando qualcuno ti guarda, ti fa sentire importante e al centro della sua attenzione.

Inoltre, il contatto oculare è importante, perché permette di esprimere molte altre emozioni, quali la curiosità, disponibilità e apertura verso l’altro.

Un altro indice di interesse è il sorriso: spesso proprio associato all’interesse. Una persona che vi sorride, sicuramente lo fa per interesse o comunque per simpatia.

Provate ad utilizzare questi due indici per mostrare il vostro di interesse. Vedrete che andrà bene.

Riferimenti

Dott. Davide Algeri

_____________________________________________________

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi sul mio account personale di Instagram, sulla Pagina Ufficiale Facebook di Psicologia Pratica o nel Gruppo di Psicologia Pratica. © Copyright www.davidealgeri.com. Tutti i diritti riservati. E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e/o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da Davide Algeri e con citazione esplicita della fonte (www.davidealgeri.com). E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.


Contatta lo psicologo a Milano

Acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del Regolamento Europeo n. 2016/679.
 
 


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI

Dott. Davide Algeri
Dott. Davide Algeri
Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach Aiuto le persone a trovare semplici soluzioni pratiche a problemi complessi.