indicatori-di-abuso
Gli indicatori di abuso
17 febbraio 2012
Famiglia: quali modelli
Modelli di famiglia: il rapporto genitori-figli
22 febbraio 2012
Tutte le categorie

Le droghe e la maturazione cerebrale

Tempo di lettura: 2 minuti
cervello
La figura riportata illustra tale evoluzione dove le aree giallo, verde, arancione rappresentano le aree di immaturità cerebrale particolarmente presenti nei primi anni di vita che vanno via via riducendosi col progredire dell’età fino a raggiungere la completa maturazione, rappresentate dal colore blu-viola dopo i 20 anni. Fonte:

A partire dalla nascita, il cervello comincia la sua maturazione acquisendo gli stimoli dal mondo esterno e completa tale processo tra i 20 e i 21 anni con importanti differenze a livello individuale. Durante questo arco temporale le cellule del cervello sono particolarmente sensibili agli stimoli ambientali ed alle sostanze che vengono introdotte nell’organismo, in particolare ad alcol e droghe.

Le sostanze stupefacenti psicoattive, sono infatti in grado di esercitare un’azione stimolante sul sistema nervoso centrale, andando ad alterare l’attività mentale e anche in piccole dosi, rischiano di interferire con la normale maturazione delle cellule del cervello.

L’azione della cocaina, ad esempio, è evidente già dopo dieci giorni di assunzione e si possono rilevare ampie aree cerebrali danneggiate ed inattive anche dall’utilizzo della sostanza per brevi periodi.

Molti ragazzi iniziano ad usare nell’età dell’adolescenza droghe, spesso associate ad alcol, esponendo se stessi ad una violenza neurologica e psicologica di cui ignorano la gravità. Il cervello di un ragazzo in piena maturazione, infatti, se bombardato con sostanze in grado di sovrastimolare ed intossicare le cellule nervose in evoluzione (e quindi particolarmente sensibili), inevitabilmente andrà incontro ad uno sviluppo fisiologico, che risulterà deviato dalla sua naturale evoluzione.

drogheL’assunzione continua nel tempo di vari tipi di droghe, può provocare in questo senso dei danni che scardinano importanti e delicati sistemi neuropsicologici, creando oltre a danni fisici, anche il persistere di percezioni alterate del proprio modo di essere e del mondo esterno. Queste percezioni vengono memorizzate dall’individuo creando una distorsione cognitiva che può permanere per molto tempo, se non per tutta la vita, condizionando il modo di “sentire”, di “volere” e quindi il comportamento di un individuo.

Lettura di approfondimento:  Dipendenza affettiva: il nuovo disagio relazionale delle coppie morbose

Una volta provata una droga, può essere difficile prevedere o controllare se e in che modo se ne farà utilizzo.

Per questi motivi, diventa fondamentale pensare a degli interventi di prevenzione volti ad individuare le fasce sociali a rischio e quei ragazzi che vivono in contesti ambientali vulnerabili, in cui l’emarginazione e la precarietà rappresentano fattori determinanti per favorire scelte di vita dannose per la salute psicofisica.

Scritto da Cristina Maria Bianchi

Bibliografia:

  • Neuroscienze e dipendenze
  • Toga AW, Thompson PM, Sowell ER. Mapping brain maturation. Trends Neurosci. 2006 Mar;29(3):148-59. Epub 2006 Feb 10. Review
Le droghe e la maturazione cerebrale
Valuta questo articolo

Se ti è piaciuto questo post, aiutami a condividerlo sui Social Network!

Dott. Davide Algeri

Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach presso Psicologia Pratica: La psicologia del cambiamento concreto
Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach
Aiuto le persone a trovare semplici soluzioni pratiche a problemi complessi.

Articoli recenti di Dott. Davide Algeri (guarda tutto)


_____________________________________________________

© RIPRODUZIONE RISERVATA, COPYRIGHT www.davidealgeri.com. Legge 633 del 22 Aprile 1941 e successive modifiche.

E’ vietata la copia e la pubblicazione, anche parziale, del materiale su altri siti internet e / o su qualunque altro mezzo se non a fronte di esplicita autorizzazione concessa da davidealgeri.com e con citazione esplicita della fonte. E’ consentita la riproduzione solo parziale su forum, pagine o blog solo se accompagnata da link all’originale della fonte. E’ altresì vietato utilizzare i materiali presenti nel sito per scopi commerciali di qualunque tipo.


Che emozione hai provato dopo aver letto questo articolo?

0% 0% 0% 0% 0%

Contatta lo psicologo

Con l’invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati personali unicamente alla richiesta in oggetto, secondo la normativa vigente sulla Privacy D.Lgs. 196/2003.


HAI BISOGNO DI UNO PSICOLOGO NELLA TUA ZONA? CERCALO NELLA RETE DI PSICOLOGI

Commenta

Dott. Davide Algeri
Dott. Davide Algeri
Psicologo, Psicoterapeuta, Consulente sessuale e Coach Aiuto le persone a trovare semplici soluzioni pratiche a problemi complessi.